FESTA DELLA MAMMA

Sabato pomeriggio ci siamo ritrovati tutti insieme su Zoom per festeggiare le mamme. Abbiamo dedicato loro una simpatica canzoncina intitolata

“I baci della mamma”.

I ba-ba-baci della ma-ma-mamma
Sono dolci, son caramelle
I ba-ba-baci della ma-ma-mamma
Sono belli come le stelle
Un bacio alla sera, un bacio al mattino
Per dirmi buongiorno o dormi bambino
Un bacio se sono stato più buono
Quel bacio, lo so, è con andata e ritorno
Un bacio che suona, che suona così
Un bacio che suona, che suona così
I ba-ba-baci della ma-ma-mamma
Sono dolci, son caramelle
I ba-ba-baci della ma-ma-mamma
Sono belli come le stelle
Un bacio per dire “che bravo sei stato
Caro bambino te lo sei meritato”
Un bacio se invece io gioco da solo
Quel bacio, lo sai, prendo subito al volo…
E’ STATO MOLTO EMOZIONANTE!!!

LA LEGGENDA DEL PESCE D’APRILE

Una leggenda popolare narra che Dio terminò la creazione del mondo proprio il 1° aprile. Finita l’opera se ne andò in cielo lasciando gli uomini soli.Essi erano tutti un pò storditi e non sapevano cosa fare. Alcuni si misero allora a cercare l cibo per sfamarsi e un posto dove passare la notte. Altri, meno intelligenti e più preoccupati, invece di rendersi utili cominciarono ad ostacolarli.

“Questa pianta è troppo brutta, non può essere buona da mangiare!” dicevano gli sciocchi gettando via una bella carota.”Questo posto è troppo buio!” dicevano i paurosi impedendo agli uomini intelligenti di entrare in una grotta calda ed accogliente.

Stanchi di essere ostacolati, gli uomini intelligenti ebbero un’idea: inviarono gli uomini sciocchi a cercare una pianta buonissima chiamata “Succulenza” che cresceva nel punto esatto dove tramonta il sole. Gli sciocchi partirono alla ricerca di questa pianta inesistente seguendo il cammino del sole senza sospettare di essere stati presi in giro. Da allora i furbi il 1° aprile sono soliti fare scherzi ai creduloni mandandoli in giro per tutto il giorno a cercare  cose inutili o introvabili!

foto pesce

#andràtuttobene

Nonno-e-nipote-”Nonno… nonno! sul mio libro di storia c’è scritto che nel marzo 2020 c’è stata una pandemia! Ma cosa è accaduto?”
-”E’ accaduto che dalla Cina è arrivato fino a noi un terribile virus influenzale mai studiato prima…”
-”E poi?”
-”Ci siamo tutti messi in quarantena, nessuno poteva muoversi da casa se non per comprare i viveri al supermercato.
E’ accaduto da un momento all’altro, il giorno prima eravamo tutti insieme… amici, parenti, poi la mattina del 9 marzo ci siamo ritrovati con la vita capovolta.”
-”E poi cosa è accaduto?”
-”Siamo rimasti tanto tempo col solo contatto via internet, sai per fortuna esistevano i telefoni e i computer. La gente si è responsabilizzata, abbiamo inquinato meno, abbiamo in parte riscoperto delle cose che non pensavamo di saper fare.
Alla fine venne la bella stagione, e il primo pensiero fu quello di uscire per incontrare tutti. Il mondo si era fermato per noi, però un aspetto positivo c’è stato: abbiamo capito il valore delle cose proprio perché ci sono state tolte.
E credimi nipote, che il caffé che ho bevuto quando il bar ha riaperto, sebbene fosse stato fatto con lo stesso chicco di prima, era buonissimo.
-”Perché?”
-”Perché aveva il sapore di un paese che ce l’aveva fatta.” ❤

GITA AL TEATRO TREBBO DI MILANO

Il giorno 20 febbraio 2019 la classe quarta si reca in gita a Milano al Teatro Trebbo per lo spettacolo ” In viaggio sul Nilo” …uno spettacolo interattivo dove i ragazzi hanno potuto misurarsi personalmente con la civiltà egizia .

…A bordo di un’imbarcazione i piccoli spettatori risalgono il Nilo tra monumenti millenari, parate di faraoni, divinità misteriose e delicate poesie atmosferiche.                        Come vestivano gli egizi? Cosa mangiavano?… e le piramidi ?                                        Dopo un’introduzione sulla civiltà degli antichi egizi, i ragazzi diventano l’equipaggio di un’imbarcazione che risale il fiume Nilo, fermandosi di volta in volta in luoghi storicamente e geograficamente rilevanti.dav mde mde dav dav